PARMA – Origine del nome ‘Parma’: una questione ancora aperta

Premessa

L’occasione della ricorrenza dei 2200 anni dalla fondazione della città di Parma mi ha indotto ad un approfondimento sull’origine della parola parma, ae (gr. πάρμη, πάρμα, dial. pärma / pèrma), convinto che le ipotesi etimologiche note non siano soddisfacenti sul piano linguistico e toponomastico. Pertanto, muovendo dalla loro riconsiderazione, ben lontano dal voler esprimere qui convinzioni assolute sul significato del toponimo, mi permetto di avanzare alcune ipotesi con l’auspicio che fungano da stimolo per un utile scambio d’opinioni fra studiosi ed appassionati della materia. Allo scopo di reperire qualche elemento in più ho intrapreso una ricerca metodologica ponendo particolare attenzione all’aspetto del territorio e alla vegetazione delle zone oggetto della mia indagine. Essa ha comportato l’uso di appositi manuali e dei più moderni strumenti della conoscenza, la verifica delle fonti classiche in cui il nome è attestato, la consultazione della relativa bibliografia, la visione della cartografia recente e storica nonché la localizzazione di vari nomi di luogo che portano la radice palm / parm-. Da un’accurata indagine toponomastica è emerso che quest’ultima sta alla base di un numero considerevole di toponimi e di parole somiglianti che si trovano presso alcune aree geografiche dell’Occidente europeo, dell’Asia Minore e della Russia rivelatisi fondamentali per questo studio. Auspico quindi che possano diventarlo anche per eventuali prossimi futuri studi che si prefiggano di restituire al toponimo ‘Parma’ un senso plausibile.

Continua a leggere